Come lanciare nuovi contenuti promozionali sul blog aziendale attraverso Google Statistiche Di Ricerca

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Considerate questo scenario. Il vostro team di marketing online vuole lanciare un nuovo prodotto sul mercato del benessere fisico. Ad esempio un ebook per perdere peso.

Come fate a sapere quando è il momento giusto per lanciare nuovi contenuti promozionali sul vostro blog aziendale? Quale termini utilizzerete per attrarre nuovi utenti in cerca di una soluzione per perdere peso? Semplice! Usiamo Google Statistiche di Ricerca.

Questo strumento gratuito di Google permette di misurare i termini di ricerca più utilizzati dagli utenti selezionando una serie di parametri tra cui:

  • Fonte: è dove verranno prelevati i dati (Google Immagini, Google Ricerca Web, Google News).
  • Area geografica: possiamo selezionare la nazione ed eventualmente anche la regione (molto utile per le imprese locali).
  • Periodo: selezioniamo la fascia temporale da prendere in esame. Tornando all’esempio dell’ebook, potremmo analizzare il trend dell’anno passato (2010) e capire quale sono i mesi più “caldi” ovvero quelli dove l’interesse dell’utente per l’argomento “perdere peso” è maggiormente sentito.
  • Categoria: selezioniamo una categoria specifica per targhettizzare la ricerca. Non inserendola, avremo un quadro generale su quel settore specifico. Questa opzione non è particolarmente utile nel lancio di un prodotto già esistente ma lo è qualora volessimo creare un prodotto “cucito su misura” (competenze permettendo).
  • Termini: facoltativamente, possiamo inserire un termine di ricerca prestabilito (ad esempio dieta, perdere peso, dimagrire, ecc.)

Prima di costruire una strategia online sulle parole chiave, assicuratevi che gli utenti siano realmente alla ricerca di quei termini. Si, è vero che un articolo ottimizzato ha la facoltà di posizionarsi sulla prima pagina di Google per tutto l’anno, ma non trascurate l’idea di creare contenuti di nicchia e di lanciarli nel momento stesso in cui il vostro potenziale cliente si è attivato per trovarli.

Prendendo in esame il termine “dieta” in Italia, relativo al 2010 (in questo modo abbiamo una panoramica su tutti i 12 mesi dell’anno passato), tramite Google Statistiche di Ricerca, notiamo immediatamente i periodi dove la “voglia” di mettersi a dieta e di dimagrire è maggiore.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Cosa deduciamo da questo grafico? Sicuramente che i picchi di interesse sull’argomento “dieta” sono i seguenti:

  • Inizio gennaio: la gente torna dalle vacanze natalizie dove si è abbuffata. I sensi di colpa – tipici di chi ingrassa – spingono a cercare una soluzione per perdere peso.
  • Marzo: dopo una fase di declino (tipico dei periodi invernali dove siamo coperti dagli abiti) gli utenti hanno una “botta d’orgoglio” e tornano a valutare l’ipotesi di dimagrire. Marzo, in molte zone d’Italia, comincia ad essere un mese meno freddo rispetto a quelli appena trascorsi.
  • Aprile: l’interesse cresce in vista della primavera e con l’aumentare della temperatura (i cappotti vengono riposti nell’armadio).
  • Maggio, giugno, luglio e metà agosto: l’interesse scende. Probabilmente molti utenti ritardatari e procrastinatori non hanno perso i chili di troppo e – rassegnati – hanno trascorso un’estate fuori forma.
  • Fine agosto: l’interesse per dimagrire aumenta. Per esperienza (sono appassionato di fitness) molti utenti si iscrivono in palestra e cercano una dieta “miracolosa” spinti dalle battute sarcastiche subite in spiaggia :-)
  • Settembre, ottobre, metà novembre: la voglia di perdere peso cala parallelamente all’inizio della nuova stagione invernale (le temperature scendono). Si denota solo un leggero picco a metà novembre, dovuto forse a una sorta di “preparazione” per il Natale dove ci si abbufferà o in vista del capodanno dove spesso si parte e quindi si cerca di stare in una forma fisica quanto meno accettabile.
  • Fine novembre, fine dicembre: l’interesse di mettersi a dieta, crolla del tutto. L’utente è ormai “prossima vittima” delle maratone alimentari tipiche del periodo natalizio.

Quest’altra schermata invece presenta i termini di ricerca maggiormente usati sempre nel 2010, correlati a “dieta”. Con questi dati possiamo costruire articoli del blog aziendale ottimizzati per i motori di ricerca nel momento stesso in cui gli utenti si attivano nel ricercarli. Volendo, possiamo cliccare su ciascuno e analizzare il singolo dettaglio allo stesso modo.

Clicca sull'immagine per ingrandirla.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×
Blog Aziendale Ebook Gratuito
Ebook Gratuito
su

come utilizzare un blog aziendale

crea un blog

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.