“NON aprite un blog aziendale su una piattaforma gratuita!” Avete visto cosa è successo con Splinder?

Splinder chiuso: Vi avevo avvertiti ma non mi avete ascoltato!

In molti miei articoli, sconsiglio l’uso delle piattaforme di blogging gratuite. Queste sono il primo passo verso la creazione di un blog. Io stesso nel 2007 diedi vita al mio blog personale con Blogger (servizio gratuito di Google).

Per carità, non c’è niente di male in questo, anzi a coloro che sono agli inizi e che vogliono “assaggiare” il blogging, suggerisco di iniziare proprio da una piattaforma gratuita. Quello che invece sconsiglio è perseverare con il gratis.

Una volta superata la fase di “adattamento” e soprattutto nel caso di un blog aziendale – o comunque un blog con cui fare business - abbandonate la piattaforma gratuita e passate a qualcosa di più professionale come ad esempio WordPress (gratuito) ma con un dominio e hosting di proprietà (minimo investimento).

I vantaggi e le differenze tra la piattaforma gratuita e un blog di “proprietà” sono innumerevoli sia dal punto di vista estetico, usabilità e posizionamento sui motori di ricerca.

Perché vi sto dicendo questo? E’ recente la notizia della chiusura di Splinder, nota piattaforma gratuita di blogging. Qui di seguito il messaggio che campeggia sulla home page del sito.

splinder chiuso per mancanza di aggiornamenti

Il 31 gennaio 2012 Splinder verrà dismesso. A questo punto, coloro che si “erano rifugiati” in questa piattaforma gratuita (o altre) per evitare operazioni di installazione e ottimizzazione, dovranno recuperare tutto l’archivio ed eseguire un redirect.

Ma perché chiude Splinder? Si dice sia a causa della proliferazione dei social network e per la concorrenza di Blogger e WordPress. Altri affermano per un calo di iscritti dovuto ai mancati aggiornamenti. Secondo il mio punto di vista, quest’ultima ipotesi è la più credibile in quanto sia Blogger che WordPress, negli anni sono cresciuti ed evoluti come è giusto che sia nel mondo online.

In conclusione, ancora una volta vi invito a non creare un blog aziendale (o business blogging in generale) su una piattaforma gratuita. Usatele solo per muovere i primi passi ma subito dopo passate a una piattaforma da installare sul vostro spazio hosting. Al tempo stesso, attivatevi per assicurarvi il miglior dominio per il vostro blog.

Blog Aziendale Ebook Gratuito
Ebook Gratuito
su

come utilizzare un blog aziendale

crea un blog

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.