I consigli di Seth Godin per diventare un apprezzato blogger

9 Flares Twitter 3 Facebook 3 Google+ 2 LinkedIn 1 9 Flares ×

Il post 10 Lessons Seth Godin Can Teach You About Blogging di Neil Patel mi ha fatto ricordare la prima volta che sentii parlare di questo originale personaggio.

Seth Godin è un marketer brillante e un grande blogger. In effetti, amministra uno dei blog più popolari sulle tendenze del marketing.

Nel corso degli anni ho letto molti suoi libri e ascoltato le sue interviste. Mentre molte persone nel mondo lo vedono come “il più grande marketer americano” altri vedono in lui un maestro del blogging.

Di seguito ho sintetizzato le 10 lezioni sul blogging presentate sul post di Nei Patel.

Sperimentare

Quando si tratta di creare contenuti per il vostro blog, il metodo convenzionale è quello di analizzare le tendenze, vedere cosa stanno facendo i vostri concorrenti, sviluppare idee brillanti e – soprattutto – dare ai lettori quello che vogliono.

Seth Godin non fa nulla di tutto ciò. Nel corso del tempo ha sviluppato una voce personale. In pratica scrive fino a quando qualcosa cattura la gente.

Una volta al giorno

In un’intervista su Ad Age dello scorso anno, Godin ha spiegato il suo rituale blogging: ogni post è uno spaccato del mondo degli affari, sulla produttività e sulla creatività.

Scrive una volta al giorno ma non sempre i suoi post sono lunghi e complessi, anzi, la maggior parte sono brevi e diretti.

Evitare commenti e Twitter

Come blogger Seth Godin è senza dubbio produttivo. Qual è il suo segreto?

Innanzi tutto non permette i commenti sul suo blog e non usa Twitter. La prima scelta è condivisibile in un personaggio come Godin che per ogni post riceve un mucchio di commenti (ricordo quando erano disponibili). Probabilmente, non potendo rispondere a tutti, a preferito chiuderli, un po’ come ha fatto Leo Babauta, altro noto blogger.

I commenti sono utili per chiarire i pensieri e affinare le idee, ma per Godin, sono solo una perdita di tempo o come lui stesso ha ammesso: «Un’opportunità per tenersi occupati, mentre in realtà non si sta facendo nulla.»

Inoltre evita Twitter. Fondamentalmente, la sua scelta è dettata dalla mancanza di tempo per usare correttamente la piattaforma di microblogging.

Non guardare la tv e non andare alle riunioni

In un’intervista con Georgina Laidlaw su Problogger ha dichiarato di essere prolifico perché non guarda mai la televisione.

Ammette anche di essere il “peggiore frequentatore di riunioni degli Stati Uniti.” Alcune persone investono molto tempo nelle riunioni invece di destinarlo in cose più produttive.

Inoltre, aggiunge che se volete fare qualcosa, avete solo bisogno di parlare con una persona. Parliamo quindi di una conversazione e non un incontro.

Seth Godin ammette di parlare con un sacco di gente durante la giornata avviando delle conversazioni.

Scrivere come si parla

Una tattica che Godin adotta – e che molti blogger di successo fanno – è la capacità di scrivere come si parla.

Scrivere come si parla non è difficile fino a quando vale la pena condividere qualcosa. Visto da questo punto di vista il blogging non è particolarmente difficile. Dovete solo scrivere ciò che fiorisce nella vostra mente.

Prestare attenzione

Molti si chiedono dove ottenga le idee per i suoi post. Semplicemente presta attenzione e nota le cose che gli capitano attorno.

Per esempio, se vede qualcosa che non ha senso per lui o che non capisce, la trasforma in una visione da presentare sul suo blog. Lo stesso vale per qualunque altro blogger.

Se non avete tempo per farlo proprio in quel momento, annotate il pensiero e rimandate la pubblicazione del post a più tardi.

Usare il blog come un banco di prova

Una cosa che mi piace dei miei blog è che posso condividere le mie idee e vedere che tipo di reazione riesco a suscitare nei lettori come ho fatto recentemente con il post dove dichiaravo di volere ingrassare e in seguito dimostrare come dimagrire rapidamente. Se la reazione è buona, proseguo su quella strada. Se non lo è, ho solo bisogno di modificarla o non usarla mai più.

Fare i post sul blog, non il denaro

E’ sbagliato pensare che il blog di Seth Godin nasca per fare soldi o promuovere le sue altre attività, così come avviene con le sue pagine Squidoo. Certo, molti articoli parlano dei contenuti dei suoi libri, ma Godin ritiene che i blogger dovrebbero realmente curare un blog per amore e non per fare denaro.

In realtà, Godin pensa che il blogging possa peggiorare quando cominciamo a usarlo come uno strumento per fare vendite dirette.

Perché?

Nel nostro mondo digitale dove le idee sono abbondanti, creare qualcosa che merita il cartellino del prezzo è quasi impossibile. Egli ritiene che l’ubiquità (essere ovunque) è una strategia migliore rispetto alla creazione di scarsità.

Stabilire cosa vi spinge ad alzarvi dal letto

Godin crede che la gente non debba avere un blog per generare un reddito a tempo pieno. Se questo è il motivo per cui siete blogger, allora non avete una passione, ma un lavoro.

Quindi dovete chiedervi: «Che cosa mi fa alzare dal letto la mattina?»

Per essere un blogger di successo dovete stabilire sin da subito cosa vi appassiona veramente nella vita. Se volete diventare il miglior imprenditore del mondo, allora avete bisogno di scegliere un argomento che siete in grado di padroneggiare come Henry Ford ha fatto con le automobili dove non ha detto di voler essere il migliore nel settore dei trasporti. Ha semplicemente detto che voleva essere il migliore nel mondo delle auto utilitarie.

Conclusione

Seth Godin non è diventato un brillante blogger durante la notte. Gli ci sono voluti anni per dominare ciò che lo appassionava.

9 Flares Twitter 3 Facebook 3 Google+ 2 LinkedIn 1 9 Flares ×
Blog Aziendale Ebook Gratuito
Ebook Gratuito
su

come utilizzare un blog aziendale

crea un blog

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.