7 cose da fare prima di condannare il vostro blog aziendale a una lenta agonia

Molti blog aziendali sono trascurati, muti e privi di fantasia.

Questo non mi sorprende. Tanti sono così noiosi che mi chiedo se non sia meglio chiuderli piuttosto che condannarli a una lenta agonia. I blog aziendali possono (e devono) essere interessanti e soprattutto utili a chi li legge.

Ecco alcuni consigli per aiutare a trasformare il blog in qualcosa di meno noioso:

  1. Avere una persona che sia responsabile dei contenuti del blog. In azienda deve esserci un referente e non lasciare che il blog venga “imbrattato” come un muro dal prossimo passante di turno. Il blogging deve essere parte del lavoro di qualcuno.
  2. Creare una tabella di marcia per mappare i post, identificare un autore per ogni articolo e assicurarsi che abbia tutto il necessario per completare il proprio post (dati, informazioni, elementi visivi, ecc.)
  3. Monitorare i blog popolari, le fonti di notizie e gli eventi nel vostro settore. Partecipare alla conversazione.
  4. Focus sulla leadership di pensiero. Scrivere contenuti dove i vostri dipendenti hanno una comprovata competenza. Non basta parlare dei vostri prodotti. Concentratevi sull’intero settore.
  5. Parlare di una varietà di argomenti. Non rimanete bloccati in un solco in cui tutti i vostri post hanno essenzialmente lo stesso contenuto (o similare).
  6. Rispondere ai commenti sul blog e monitorare la reputazione aziendale su altri blog, forum, Twitter, Facebook, Goolge+ e rispondere.
  7. Buon divertimento. Non siate troppo seri soltanto perché il vostro blog viene etichettato come “aziendale”. Non escludete l’idea di includere fatti interessanti che avvengono all’interno della vostra azienda che non sono necessariamente collegati ai vostri prodotti ma che comunque rappresentano lo spirito aziendale.
Blog Aziendale Ebook Gratuito
Ebook Gratuito
su

come utilizzare un blog aziendale

crea un blog

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.